Villa Aldia a Porto Cervo - La Marina

Elegante villa inserita in uno scenario bellissimo di rocce e vegetazione mediterranea con una magnifica vista sulla marina di Porto Cervo. Ogni giorno è un alternarsi di appuntamenti con il jet set internazionale, di straordinarie sfilata di panfili e yacht , di avvenimenti sportivi e feste. Sono poche le Ville che possono competere con la bellezza del paesaggio circostante. La splendida chiesa di “Stella Maris” e il centro di Porto Cervo sono raggiungibili con una passeggiata di pochi minuti. La notte diventa magica, la luce riflessa tra i numerosi sentieri di passaggio che costeggiano le Ville confinanti il mare, il sapore della sua aria e gli elegantissimi locali la rendono speciale e gettano il visitatore in un mondo magico, quasi irreale.
La villa Aldia è stata ristrutturata di recente, rispettando il progetto iniziale dell’Arch . Couelle, è stata completata la piscina, rivisto il salone e la sala pranzo, nonché la cucina e le 4 camere ciascuna con bagno. Le verande coperte e spaziose sono arredate con comodi divani per godersi la vacanza in totale relax. Il giardino mediterraneo è ricco di colori e rocce.

 

In Affitto

Classe energetica in attesa di certificazione

 

 

Descrizione della località:

Porto Cervo nord o Porto Cervo Marina o La Marina Nuova, sono i tre nomi con i quali si identifica la parte nord del territorio della Costa Smeralda. Nel 1967 ebbe inizio per volontà di un gruppo di soci fondatori, tra cui il principe Karim Aga Khan che fu eletto Presidente dello “Yacht Club Costa Smeralda”. L’intento è quello di promuovere manifestazioni sportive internazionali, legate soprattutto al mondo della vela. Il nuovo porto turistico, dotato di 600 posti barca, fu costruito nel 1976 ospitando la “One Ton Cup”. Nel 1980 segnò la prima edizione del “Maxi Yacht World Championship”; della “Swan World Cup”; e del “Gran Premio Offshore Costa Smeralda”. Nel 1992, la motonave “Destriero”, lunga 67 metri e capace di sviluppare una velocità superiore ai 50 nodi, con i colori dello “Yacht Club Costa Smeralda” e sotto la guida di Cesare Fiorio batte il record della traversata atlantica da New York a Southampton in meno di 59 ore, portando in Italia il prestigioso trofeo “Nastro Azzurro”.

 

 

 

Intorno alla marina iniziò un nuovo modo di concepire l’edilizia turistica, nascondere le costruzioni armonizzandole nel territorio; questa filosofia imprenditoriale guiderà architetti di fama internazionale che saranno chiamati a realizzare gli insediamenti in un territorio vergine. Stili costruttivi di diversi paesi del Mediterraneo saranno in parte assorbiti e mutati nell’elaborazione dello stile “Costa Smeralda”.

 

 

Per maggiori informazioni siamo a tua disposizione...