Villa Peninsula a Porto Cervo La Marina

Lo stile è quello della casa padronale gallurese nella quale gira intorno alla corte interna. Una sensazione probabilmente enfatizzata dalla presenza di vani con grandi vetrate capaci di dare notevole ariosità oltre che a concedere una splendida vista mare. Impressione questa che si viene ad amplificare una volta entrati nel salone. I tessuti usati nelle camere da letto della villa sono colorati su tonalità pastello; mentre nel salone e negli esterni dalle tonalità forti. L’insieme è studiato per dare un’atmosfera allegra e vivace. Particolarmente accogliente sono le terrazze panoramiche, arredate con buon gusto; la corte interna è un’area essenzialmente creata come luogo di relazioni grazie alla presenza di poltrone e salotto, ideale per mettere a proprio agio chi conversa. La sua posizione dominante sul mare aperto vanta un panorama indiscutibile. Il giardino curato, prato inglese con fioriture di stagione, gli alberi verdi, una grande piscina con solarium, danno una sensazione di benessere.

La villa posta in unico piano a forma circolare è cosi suddivisa: ingresso con corte interna, salone, pranzo, cucina, 3 camere ciascuna con bagno e spogliatoio; dalla corte si accede alle altre 3 camere con bagno. All’esterno un doppio vano con servizio, può essere una dependance per ospiti o in alternativa una 7ma camera, e una palestra. Una piccola parte del giardino è utilizzato per posti auto.

La villa è completa di riscaldamento, condizionamento.

In Vendita e in Affitto

Classe energetica in attesa di certificazione

 

 

 

 

 

 

Descrizione della località:

Porto Cervo nord o Porto Cervo Marina o La Marina Nuova, sono i tre nomi con i quali si identifica la parte nord del territorio della Costa Smeralda. Nel 1967 ebbe inizio per volontà di un gruppo di soci fondatori, tra cui il principe Karim Aga Khan che fu eletto Presidente dello “Yacht Club Costa Smeralda”. L’intento è quello di promuovere manifestazioni sportive internazionali, legate soprattutto al mondo della vela. Il nuovo porto turistico, dotato di 600 posti barca, fu costruito nel 1976 ospitando la “One Ton Cup”. Nel 1980 segnò la prima edizione del “Maxi Yacht World Championship”; della “Swan World Cup”; e del “Gran Premio Offshore Costa Smeralda”.

 

 

 

 

Nel 1992, la motonave “Destriero”, lunga 67 metri e capace di sviluppare una velocità superiore ai 50 nodi, con i colori dello “Yacht Club Costa Smeralda” e sotto la guida di Cesare Fiorio batte il record della traversata atlantica da New York a Southampton in meno di 59 ore, portando in Italia il prestigioso trofeo “Nastro Azzurro”.

Intorno alla marina iniziò un nuovo modo di concepire l’edilizia turistica, nascondere le costruzioni armonizzandole nel territorio; questa filosofia imprenditoriale guiderà architetti di fama internazionale che saranno chiamati a realizzare gli insediamenti in un territorio vergine. Stili costruttivi di diversi paesi del Mediterraneo saranno in parte assorbiti e mutati nell’elaborazione dello stile “Costa Smeralda”.

Per maggiori informazioni siamo a tua disposizione...